Sabato, 24 Novembre 2018 12:29

Alberi di Faerun

Scritto da
Vota il contenuto
(0 voto/i)

Gli alberi di Faerun

Il continente di Faerun è molto vasto e comprende una grande quantità di terreni e climi diversi, esistono comunque alberi che sono comuni alla maggior parte del territorio. Alcuni di essi li conoscete già, degli altri troverete la descrizione di Ney, così come siamo riusciti a trascriverla.

Abete Acacia Acero Betulla Biancospino Brentolo
Carpino Cimombro Cipresso Faggio Fandaro Felsulo
Fogliablu Frassino Gelso Hiexo Larice Leccio
Lasparo Legnofosco Magnolia Olmo Ontano Pino
Pioppo Platano Quercia Salice Scorzafulvo Sorbo
Sut Tasso Tiglio Traversone Vundolegno Zalanto

Cimombro
Sono i giganti della foresta, se il tempo è bello crescono un braccio all'anno fino all'altezza di trenta braccia. Il loro tronco diventa grande che dieci persone insieme riescono ad abbracciarlo. Le foglie sotto sono color rame e sopra verde scuro per tutte le stagioni, tranne in autunno quando diventano tutte rossicce. Hanno le punte come quelle delle querce e ce ne sono tante che fanno una grande ombra in tutto il bosco. Il legno brucia lento e fà poco fumo, gli uomini lo usano per fare le corde. (torna su)

Fandaro
E' un albero forte e resistente, cresce fino a venti braccia. Le foglie sono di tanti verdi, a tre punte e crescono in una chioma a forma di uovo sdraiato, con la punta verso dove tira il vento. Il legno è marrone e verde con lunghe linee nere. Viene usato per i gioielli e per i manici delle armi o per costruire le case. Infatti molti di questi alberi sono stati abbattuti e nei boschi ce ne sono pochi. (torna su)

Felsulo
Vive sulle rocce a cui si aggrappa con le radici e cresce contorto, non molto alto. Quando è piccolo è verde e morbido come erba, poi diventa diventa scuro e più resistente. In primavera fiorisce di colore giallo e porpora ed i petali sono usati per fare i profumi. Il legno non brucia bene e non si può usare per costruire. Le radici sono usate per scolpire. (torna su)

Fogliablu
La chioma è colorata di un luminoso blu che a volte fa anche paura.. Gli alberi sono delicati e crescono in grandi gruppi fino a dieci braccia di altezza. Il loro tronco rimane piccolo e flessibile, infatti anche sotto la neve pesante non si spezza. Le foglie sono come quelle dell'acero, a molte punte e sono usate insieme alla linfa per tingere i vestiti. Il legno, quando è usato per il fuoco fa danzare piccole lingue di fiamma blu. (torna su)

Hiexo
Cresce in piccoli gruppi dentro ai burroni o sui bordi delle colline rocciose. Il tronco è incurvato e la chioma a forma di uovo. Il legno verde tende a marcire presto, è scivoloso e morbido ed è usato per fare i segnali di fumo. Quando invecchia, si secca diversamente al suo interno e non è più fermo sulle radici così, spesso, il vento lo sradica. La corteccia dura a lungo senza rovinarsi e viene usata per fare i libri. (torna su)

Lasparo
E' simile al cedro, il tronco centrale è circondato da gruppi di rami su cui sono attaccati grappoli di aghi. Il legno è untuoso e quando è usato per il fuoco si spezza, fa rumore e schizza scintille dappertutto. Sotto la corteccia verde il legno è giallo oro molto bello e liscio. Viene usato per fare i mobili. Gli aghi se si rompono fanno un bel profumo e vengono usati nelle torce. (torna su)

Legnofosco
Sono alti fino a 20 braccia e vivono raggruppati in macchie scure e fitte. I loro tronchi sono lisci e bruni con piccoli rami a corona. Le ferite sul legno sembrano argento e l'albero è resistente e duro come il ferro. Viene usato per gli edifici, anche se molte asce si sono spezzate per abbatterne uno. Quando gettato nel fuoco non brucia, ma annerisce senza fare fiamma. (torna su)

Scorzafulvo
Non vive nelle foreste, ma nei terreni rocciosi si può incontrare in piccoli gruppi. Il suo legno è rosso e le foglie marroni che poi si seccano e cadono in inverno. Il legno non è molto resistente e viene usato per accendere il fuoco perché brucia bene.(torna su)

Scorzargento
Vivono nei terreni umidi, vicino a paludi o laghetti, in grande numero. Rimangono piccoli, non più alti di cinque braccia ed il tronco è sottile e bello. La corteccia è color argento e si sbriciola facilmente quando la tocchi. Il legno diventa presto secco, quando tagliato e quindi ha poco uso. Le foglie sono a forma di uovo, con molte punte ed i bordi a forma di sega, sono rosse con strisce porpora e non si seccano presto, quindi si possono usare per conservare la selvaggina. (torna su)

Sut
Vivono molto a sud e dalle nostre parti sono rari. Sono larghi e tozzi. I suoi rami crescono bassi sul terreno e girano intorno al tronco intrecciandosi come una specie di barriera. Le foglie sono a punta e morbide. Il legno invece è molto duro e bello da vedere. E' usato per fare gli scudi o i libri. (torna su)

Traversone
E' simile alla quercia. Grande e forte e molto alto, vive nel folto dei boschi dove gli uomini non lo possono trovare. Non brucia con il fuoco normale ed il suo legno viene usato dagli amici delle foreste per fare gli strumenti che suonano. E' un albero sacro e ne sono rimasti pochi, quindi vengono difesi da tutte le creature dei boschi. (torna su)

Vundolegno
Questi alberi sono bassi e disordinati, non hanno un tronco principale, ma ne hanno molti, che generano altri rami. Vivono nelle pianure aperte, fuori dalle foreste e non gli serve terreno fertile. I carovanieri li usano per il fuoco o per creare steccati. Il legno è rossiccio e le foglie verdi con i contorni bianchi che diventano gialli in inverno. (torna su)

Zalanto
E' un albero che cresce nei grandi territori a sud. Nel nord è difficile da trovare e lo chiamiamo legnonero perché la corteccia è scura. Le foglie sono bianche e crescono a piccoli grappoli intorno ai rami. il legno è molto forte e lavorabile, viene usato per i vagoni delle carovane. (torna su)

Letto 1 Volte Ultima modifica Sabato, 24 Novembre 2018 20:05
Altro in questa categoria: « Toril Il calcolo degli anni »

Lascia un commento

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.