• info @ altocorno.it

Ultimi Contenuti

Martedì, 24 Marzo 2020 14:56

Altur

Written by
Rate this item
(0 votes)

Altur di Helm

Razza: Umano

Classe: Chierico (Baluardo) di Helm

Combattimento/Tattiche: Altur cerca di essere sempre vigile ed è generalmente difficile da sorprendere, crede che un combattimento vada adeguatamente pianificato (se possibile) in anticipo. Quando c'è una mischia, solitamente preferisce che siano i guerrieri a combattere in prima linea, mentre egli usa i suoi incantesimi per proteggerli o curarli. Una volta esaurite le magie a disposizione si getta in mischia finché c'è qualcuno più debole da difendere. Altur preferisce usare armi a due mani con un debole per quelle contundenti. Odia i non morti ed ha la personale motivazione di distruggerne quanti più possibile.

Alleati/Compagni: Il Regno di Cormyr; i fedeli di Helm, ULTIMOCADMOTHORKUNEREBUSNEY; mantieni rapporti tesi con GEOFF, MAGUS e TUG.

Nemici/Avversari: Nedrezar, non morti senzienti, seguaci delle divinità malvagie; nemici di Cormyr ovunque.

Aspetto: Altur è alto 1,82m e pesa circa 80 Kg. Ha corti capelli neri, occhi marroni sempre in guardia ed un vistoso naso. Il suo normale equipaggiamento da avventuriero è una corazza di piastre marchiata con l'occhio di Helm e con il dragone purpureo di Cormyr. Quando viaggia in incognito preferisce togliere il dragone e, raramente anche il simbolo di Helm. Quando non è in servizio o non officia cerimonie, si veste con un comune saio marrone ed una corda per cintura ed il simbolo di Helm sul petto. Altur ha un portamento dignitoso e si sforza di tenere il suo equipaggiamento pulito ed in perfetta efficienza. Dietro ad una apparenza marziale è molto propenso al sorriso.

Personalità: Altur ha giurato fedeltà al Regno di Cormyr ed è orgoglioso di vivere secondo un codice di legge ed ordine; E' sempre vigile e si offre sempre per fare il primo turno di guardia ogni notte. Durante l'assolvimento del compito non parla neanche ai suoi compagni, ma altrimenti è leale, amichevole, sincero, ottimista e raramente inquieto; Altur vive con passione la vita clericale e cerca sempre di spargere la voce di Helm durante i suoi viaggi, credendo che il suo Signore sia l'esempio di disciplina che tutti dovrebbero seguire . Essendo un avventuriero rispetta Lathander e Tymora, offrendogli talvolta una breve parola di omaggio. Altur ha una memoria molto precisa ed un debole per i libri. Per quanto riguarda i suoi difetti, ha moderatamente paura delle altezze e sembra essere sempre toccato dal bacio della sfortuna.

Luoghi frequentati: Fundacque; Cormyr, in particolare la fortezza dell'Alto Corno, Espar e la Foresta del Re.

Storia: Nato ad Espar, Cormyr il 30 Marcifoglia 1343 CV, secondogenito di una comune famiglia cormyreana, Altur si è interessato al messaggio clericale fino dalla sua adolescenza. All'età di 14 anni fu presentato a Hezom, il responsabile del tempio Helmita di Espar e fu accettato tra i novizi. Dopo gli studi e l'ordinazione come chierico, Altur rimase con il suo tutore finché nel 1366 CV fu inviato alla fortezza dell'Alto Corno per rimpiazzare il vecchio cappellano. Avendo egli un debole per l'avventura fu scelto per essere parte della Compagnia delle Molte Razze. Cercando la Corona della Viverna ha fatto un viaggio del tutto inaspettato nel Sottomontagna e, dopo una rapida fuga, si è ritrovato nella città di Fundacque dove ha conosciuto Jala, per cui nutre qualche sentimento. Coinvolto in un incidente con un ricercato di nome Marco Volo, è stato costretto ad abbandonare rapidamente Fundacque.

Scopi/Motivazioni: Altur vive per onorare il messaggio Helmita di vigilanza, in più si sente parte dei Dragoni Purpurei di Cormyr ed è tuttora in missione per ricercare la perduta Corona della Viverna.

Read 156 times Last modified on Mercoledì, 25 Marzo 2020 18:06
More in this category: Ultimo »

Leave a comment

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.